In gita col drone – Sardegna Nuraghe di Osala – Orosei

Nuraghe di Osala

 

«Nella cala di Osala si balla. È un grumo di civiltà questo nuraghe.
Qui la collina è bianca e pochi scogli fanno verde il mare.
Il tuo parlare fa parte della notte come il canto lontano del pastore, come la voce rauca del pick-up, come si beve questo vecchio vino, come il segno che resta sull’umida sabbia».

Così Giovanni Guiso, scrittore di Orosei, com’è possibile leggere in una targa vicino al nuraghe Golunie, situato tra le bellissime spiagge di Orosei e Dorgali.

COME APPARE

A picco sul mare, il nuraghe di Osala (chiamato anche Nuraghe Gulunie) è situato a ridosso della spiaggia di Osala, tra Orosei e Dorgali, il nuraghe domina dall’alto sulla pianeggiante Baronia e parte del territorio di Dorgali.

Dalla spiaggia di Osala potete risalire il sentiero per una piacevole passeggiata panoramica. Ripercorrerete millenni di storia, avvolti nella bellezza del paesaggio naturale circostante.

Il nuraghe è chiamato anche nuraghe Osala proprio perché posto tra cala Osala di Dorgali e la spiaggia di Osalla di Orosei. Sono due spiagge con lo stesso nome, separate da uno sperone roccioso.

Su quello sperone ecco il nuraghe protagonista di quest’album, da cui si gode una vista mozzafiato.

LA SUA STORIA

Una targa riporta lo scritto di Guiso (pare il terreno del nuraghe sia di proprietà della famiglia Guiso, antichi Baroni del territorio), un’altra un intervento del 2002 che ricorda che «un cittadino di Orosei adornò questo sito di colori, aromi, profumi mediterranei, per ingentilire l’arcaica e austera bellezza del nuraghe Osala, fidato baluardo sul mare».

 

Tecnicamente, quindi, Il nuraghe di Osala ha una struttura a monotorre, costituita da blocchi basaltici squadrati. Si ipotizza che la sua funzione fosse di avvistamento delle imbarcazioni che provenivano dal mare. Il nuraghe purtroppo presenta evidenti crolli al suo interno.

 

COME ARRIVARCI

Da Orosei prendere le indicazioni per la spiaggia di Osala. Quasi alla fine della strada svoltare a destra. Dopo la salita prendere lo svincolo a sinistra e poi lasciare la macchina. Proseguire a piedi verso la direzione del mare. Ci apparirà come per magia davanti agli occhi il Nuraghe.

 

 

fonti: https://www.weareshardana.com/nuraghe-di-osalla/ | https://nuragando.altervista.org/nuraghe-golunie-o-osalla-orosei-dorgali/ | https://www.nurnet.net/blog/ii-nuraghi-di-orosei-di-a-g/