Category ArchiveLinux

Installare e configurare Iptables su Linux CentOS

firewallCon questo Post andiamo a illustrare la procedura per installare e configurare iptables su un server Linux CentOS 6.3.

Iptables è un pacchetto software che permette al sistema Linux di diventare un potente Firewall Software.

E’ usato per impostare, mantenere e ispezionare

Installare SSH su linux CentOS

sshCome installare un Server SSH in CentOS 6.4, 6.3, 6.2

SSH- SECURE SHELL

La configurazione dell’SSH è utilizzato per la connessione sicura ad un sistema remoto tramite shell.

Dopo questa configurazione sarà possibile utilizzare una shell remota sul vostro sistema CentOS.

E’ inoltre possibile creare una password per il login al sistema remoto con l’ausilio di chiavi pubblica / privata.

In arrivo Lucid Lynx

Dalla modifica del tema di avvio e del desktop, all’interfaccia dei comandi, ad alcune “scorciatoie” impostate in modo totalmente diverso, dal punto di vista della distribuzione del software, la lince si fa trovare salda riguardo il kernel: in seguito infatti al kernel freeze di pochi giorni fa, la versione del cuore del sistema adottata per questa release è Linux 2.6.32.9. GNOME è aggiornato alla versione 2.29.92, molto prossimo ad evolversi nel successore stabile della versione 2.28, con nuove funzionalità come ad esempio la presenza della split view in Nautilus, che molti utenti hanno a gran voce chiesto per anni.

Ma sono le features invisibili a destare molto interesse.

Innanzitutto un boot della macchina di 10″ e 15″ per iniziare a lavorare (già con la 9.10 eravamo vicini).

Supporto migliorato in Active Directory per convivere con domini Windows NT senza più i problemi del passato.

Supporto nativo di drivers Nvidia per la grafica (era ora) e nuova interfaccia Gnome e nuovi programmi supportati in repository.

Nuovo Store (Repository) con addirittura un nuovo spazio dedicato per la musica (Music Store) !

Test di compatibilità hanno confermato il pieno supporto di sistemi da Pentium III fino ad arrivare ai nuovi core i7 (su PC e Macbook !!!).

Il caro vecchio Ubuntu è cresciuto senza dubbio, di cose ne sono cambiate da quando misi le mani sulla prima 6.06 (Dapper Drake anno 2006 !!) ed ora forse è pronta per diventare realmente una valida alternativa ad altri sistemi (io mi ci trovo bene da sempre…).

Vi lascio con un video che girai tempo fà sul mio PC ancora con la release 9.04 (pensate che era definita lenta) e con qualche immagine presa dalla RC2 della nostra Lince Lucida.

 

{flv}myubuntu{/flv}
Il mio PC customizzato sulla 9.04 di Ubuntu…provate voi a farlo con winzoz !

{limage}ubu1.png{/limage}
Immagine 1 della nuova release di Ubuntu

{limage}ubu2.png{/limage}
Immagine 2 della nuova release di Ubuntu

EVVIVA IL GRANDE MONDO DI UBUNTU !!!
Lamp Logo

Creare un server LAMP con UBUNTU

Creare un server LAMP con UBUNTU

Per chi non lo sapesse la sigla Lamp è l’acronimo di: Linux Apache Mysql Php. Questa guida servirà perciò a dare la possibilità ad ognuno di voi di creare il proprio Webserver casalingo (è molto più difficile a dire che a fare).

 

Lamp Logo

Il logo Lamp

Per chi lavora o per chi semplicemente vuol provare ad installare un Server Web in modo semplice e veloce, ecco di seguito la procedura completa per installare in poche ore un Server Web completo basato su Ubuntu Client 7.10.

Riusciremo quindi a trasformare un vecchio pc (io ho testato un Pentium II con 128mb di ram) in un webserver dove poter hostare il nostro sito personale o magari come semplice ambiente di test per script php/perl/python. Installeremo quindi Apache 2, Mysql5 e Php 5.

Iniziamo installando il server Mysql:

$ sudo apt-get install mysql-server-5.0 mysql-client-5.0

Dopo di che creiamo l’account di root per il database con il comando:

$ mysqladmin -u root password

Digitiamo la Password e diamo Invio. Per controllare che tutto sia andato a buon fine digitiamo:

$ mysql -u root -p “miapwd”

Sostituendo con “miapwd” la password scelta precedentemente. Se tutto è andato a buon fine ora ci trovaremo nella console di mysql con la quale poi potremo interagire con i vari database…digitiamo “exit” e procediamo con la successiva installazione: Php5

Diamo il comando:

$ sudo apt-get install php5 php5-common php5-dev php5-mysql

Dopo di che installiamo il vero e proprio server Apache con il comando:

$ sudo apt-get install apache2 apache2-mpm-prefork libapache2-mod-php5

Inseriamo il modulo Php in Apache…

$ sudo a2enmod php5

Riavviamo il server e abbiamo finito!

$ sudo /etc/init.d/apache2 force-reload

Bene, a questo punto abbiamo il nostro server lamp Funzionante e on-line, infatti se digitiamo sul nostro browser “localhost” oppure il nostro Ip di rete vedrete la pagina di Apache con scritto “It works! . La cartella nella quale dovrete inserire il vostro sito è di default /var/www ma potete modificarla editando il file di apache.

Integrare il terminale nel desktop di Ubuntu

Integrare il terminale nel desktop di Ubuntu

 

Alla fine di questa guida sarete in grado di poter visualizzare un terminale costantemente sul vostro desktop. Tutto ciò con qualche accorgimento riguardante il profilo da utilizzare per il terminale ed un programma, devilspie

Dovrebbe apparire così, ad opera terminata:

 

howitlooks


Innanzitutto installiamo il programma che permetterà di ottenere l’effetto finale; da terminale:

sudo apt-get install devilspie

A questo punto dobbiamo configurarlo..

Creiamo, sempre da terminale, una cartella .devilspie ed un file di configurazione al suo interno dedicato all’aspetto del terminale. Digitiamo:
mkdir ~/.devilspie
gedit ~/.devilspie/DesktopConsole.ds

e inseriamo nel file appena creato queste linee di codice:

(if
(matches (window_name) “DesktopConsole”)
(begin
(set_workspace 4)
(below)
(undecorate)
(skip_pager)
(skip_tasklist)
(wintype “utility”)
(geometry “+50+50″)
(geometry “924×668″)
)
)

Salviamo il file e chiudiamo gedit

Ora creiamo un nuovo profilo da File –> Nuovo Profilo all’interno del terminale e chiamiamolo “DesktopConsole”

newprofilethumb.png

Nel tab “Generale“, togliamo la spunta a “Mostare sempre la barra dei menù nei nuovi terminali”:

editingprofile2

Disabilitiamo lo scrolling dal tab “Scorrimento“:

editingprofile3

Abilitiamo la trasparenza dal menù “Effetti

editingprofile4

Adesso aggiungiamo i due programmi all’esecuzione automatica, in modo che vengano avviati
Selezioniamo la voce “Sessioni” dal menù Sistema -> Preferenze

beforesessioninstall

A questo punto creiamo due nuove voci: una col comando devilspie e l’altra con il comando per aprire il terminale: –window-with-profile=DesktopConsole, assicurandoci che devilspie venga avviato per primo.

Riavviamo il server grafico con la combinazione CTRL+ALT+CANC e osserviamo il risultato del nostro duro lavoro!

PC

Mobile Media Converter: Convertire files per cellulare

Mobile Media Converter: Convertire file audio e video per il cellulare

 

PCMobile Media Converter non è altro che un’utilissima interfaccia grafica di ffmpeg, indispensabile per convertire ogni tipo di file. Questo “programma” ci consentirà di convertire in modo semplice e immediato ogni file audio o video, nel formato che preferiamo per il nostro cellulare.

Esso è in grado di convertire ad esempio nei seguenti formati:
* da amr a mp3
* da mp3, wav, wma a amr
* da wmv, mpeg a 3gp
* da 3gp a mpeg

mmc

Il programma è possibile scaricarlo dal seguente link, Mobile Media Converter

N.B.= 1- Se convertite file audio molto grandi, la schermata del programma va temporaneamente in freeze, ma continua a lavorare, non preoccupatevi, la lucetta della vostra cpu ve ne darà conferma, e al termine della conversione, funzionerà tutto.

2- Nella stringa dell’output file/folder, bisogna specificare oltre ovviamente all’indirizzo, anche il nome del file con la relativa estensione. Esempio: /home/pippo/video.3gp

3- Per lanciare il programma basta cliccare due volte sul file Media Video Converter