Arriva il nuovo iPhone

Tra le caratteristiche più importanti del nuovo iPhone 4G ricordiamo l’introduzione del nuovo Firmware 4.0 nativo, che introduce il Multitasking e la possibilità quindi di utilizzare le applicazioni in background e visualizzarle tutte in un’unica schermata (come avviene su Mac).

La possibilità di raggruppare le applicazioni simili (grazie alle Categories di iTunes) in Folder virtuali sia nel Deck che nel Panel del telefono.

Supporto Bluetooth di tastiere esterne (concetto preso dall’iPad).

Tra le caratteristiche tecniche a livello hardware sono da riportare l’introduzione di una fotocamera da 5 megapixel (forse con flash Led) posteriore e si vocifera di una 1,3 megapixel frontale per videochat (non confermata).

La Ram passerebbe a 32 GB di base e 64 GB per la versione Top (non confermata) con un processore di tipo SOC A4 (vedi iPad) che promette potenze molto vicine agli attuali processori Core 2 Duo.

Viene finalmente integrato un True GPS, per garantire il supporto alle nuove esigenze (software) di geo-localizzazione e per gli ultimi programmi di navigazione cellulare.

Migliorata inoltre la durata della batteria (+30% secondo le stime fornite), miglioramento necessario per gestire le applicazioni in background che potrebbero sembrare onerose ma che risultano eliminate grazie alla customizzazione delle 1500 API nuove rilasciate con il nuovo firmware.

Una delle novità più importanti potrebbe essere l’introduzione del display OLED, con luminosità e contrasto notevolmente migliorati rispetto all’iPhone 3GS attuale e consumi notevolmente ridotti.

Secondo alcuni siti specializzati in Cellulari, se la scelta fatta da Apple non sarà sui OLED di 2^ generazione, la scelta potrebbe essere “peggiorativa” in quanto si perderebbe di visibilità alla luce esterna.

Ultima cosa da segnalare l’introduzione del chip RFID per identificare a distanza gli oggetti che adottano le apposite etichette.

Le uniche voci che sembrerebbero scartate dall’update sono quelle che davano per “sicure” la struttura del telefono in alluminio tipo Macbook Pro (disturberebbe la ricezione dell’antenna interna) e la possibilità di espandere a mezzo miniSD la memoria del telefono (altrimenti addio alle solite versioni custom).

Tirando le conclusioni finali sembra che se verranno rispettati i rumors sul nuovo iPhone avremo tra le mani un piccolo gioiellino che sarà un vero e proprio ibrido che farà da ponte tra un Macbook e il nuovo iPad.

Speriamo che la sorpresa non arrivi anche per il prezzo finale !

RESTIAMO TUTTI IN TREPIDA ATTESA !